META-MORPHIC
Luigi Prestinenza Puglisi

Architettura legata a una certa anima spagnola, magari quella sregolata di Miralles o , per andare indietro, di Gaudì? Si e no. Alla domanda se fosse la Spagna la loro meta definitiva, la Bonollo mi ha risposto che in fondo sente la sua come una situazione nomade. Nella quale è il lavoro che chiama la persona, dandogli una collocazione geografica, piuttosto che viceversa. E a guardare bene alcuni elementi delle loro architetture ricordano Libeskind, Coop Himmelb(l)au e la produzione degli architetti della West Coast americana, penso a Moss e Morphosis.
Tuttavia è certo che arrivati alcuni anni fa in Spagna, Claudia Bonollo e Cesare Battelli decidono di restarci, organizzando uno studio professionale. A Madrid la concorrenza è dura, il contesto professionale non sempre facile, le posizioni culturali a volte arretrate. Ma è sicuramente una città in cui si respira un clima di speranza nell’architettura e di rispetto per la ricerca e la creatività. Vi è poi anche l’influenza di Miralles filtrata attraverso il Master che Battelli, appena laureato, ha conseguito alla Staatliche Hochshule fur Bildende Kunst a Francoforte.
La parola Metamorphic riassume il senso della ricerca dei due progettisti: lavorare nel confine tra animato e inanimato, tra oggetto e gesto. In una operazione che, investe, oltre al campo della costruzione, quello dell’arte. Ecco perché ogni segno dialoga sempre con qualcosa d’altro in un continuo rincorrersi che richiede un intervento attivo dell’immaginazione, che ricostruisca il complesso sistema che origina il processo formativo. Vi è in questo sforzo una tensione, quasi un’anima barocca che allude alla totalità senza mai mostrarla. Da qui la scelta di una articolazione per frammenti, spesso in sé incompiuti. Nello stesso tempo, sulla scia di una tradizione organica alla quale Bonollo e Battelli si richiamano, vi è sempre una puntuale attenzione agli aspetti tecnici e costruttivi , alle qualità e alle funzionalità dei materiali e degli ambienti nei quali oggetti e componenti edilizi possano trasformarsi, comprimersi, dilatarsi. Alla ricerca di una vitalità che si trasformi in una effettiva esperienza spaziale.

Luigi Prestinenza Puglisi

 
Claims to fame
Essay by Sergio Polano spain
Metamorphic L. Prestinenza spain